Oggi ci lasciava Guglielmo Marconi

guglielmo_marconi_uff

Guglielmo Marconi

Martedì 20 luglio 1937, chi lasciava Guglielmo Marconi che è, ancora oggi, il nostro riferimento. Non stiamo qui a ripetere l’importanza nel panorama storico e anche tecnologico di oggi, vogliamo solo ricordarlo come figura esemplare, come scienziato, come colui che ci ha dato tutte quelle possibilità che oggi utilizziamo nella nostra quotidianetà.

Biografia:

Premio Nobel per la fisica nel 1909, Guglielmo Marconi nasce il 25 aprile 1874. Trascorre l’infanzia a Pontecchio, Villa Griffone, cittadina vicino a Bologna, dove sviluppa le prime curiosità scientifiche e matura la sua grande scoperta, l’invenzione della radio. E’ proprio qui infatti che lo scienziato lancia da una finestra, tramite l’invenzione di un’antenna trasmittente, il primo segnale di telegrafia senza fili, nell’anno 1895, attraverso quella che diverrà poi “la collina della radio”.

Marconi dedicherà tutta la sua vita allo sviluppo e perfezionamento delle radiocomunicazioni. Studia privatamente; ha vent’anni quando muore il fisico tedesco Heinrich Rudolf Hertz: dalla lettura delle sue esperienze Marconi prenderà ispirazione per quei lavori sulle onde elettromagnetiche che l’occuperanno per tutta la vita.

Fonte Wikipedia

 

 

Tags: , , , , ,

 
 

Riguardo l'autore

Redazione

Altri articoli di